CIMeC - Centro interdipartimentale Mente/Cervello

Il Centro di Riabilitazione Neurocognitiva (CeRiN) lavora grazie a un accordo tra l’Università di Trento e la locale Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari (APSS). Le prestazioni cliniche sono erogate in regime ambulatoriale e sono rivolte a pazienti adulti con disturbi neurocognitivi in fase post-acuta o cronica nel contesto di diverse patologie neurologiche. Le condizioni più frequentemente seguite al CeRiN includono gli esiti di eventi cerebrali vascolari o post-traumatici, le demenze degenerative, inclusii parkinsonismi, gli esiti di patologie neoplastiche e infiammatorie.
Le prestazioni cliniche offerte al CeRiN comprendono la visita neurologica, l’inquadramento neuropsicologico, il trattamento riabilitativo e la valutazione della sua efficacia al termine della riabilitazione. I trattamenti riabilitativi, individuali o di gruppo, offerti dal CeRiN comprendono:

  • riabilitazione cognitiva: trattamento di disturbi dell’attenzione, della memoria, delle funzioni esecutive, della cognizione spaziale e dell’emianopsia;
  • riabilitazione logopedica: prevenzione e trattamento di disturbi dell'articolazione, della voce, del linguaggio e della comunicazione conseguenti a danno neurologico;
  • riabilitazione fisioterapica rivolta a pazienti con associati deficit motori: rieducazione funzionale delle disabilità motorie conseguenti a danno a carico del sistema nervoso centrale.

Le prestazioni sono erogate con le modalità previste dal Sistema Sanitario Nazionale, nel contesto di accordi tra APSS e Università di Trento. Per i pazienti residenti in Provincia di Trento, per accedere al CeRiN è necessario essere in possesso di idonea impegnativa redatta da specialista neurologo, fisiatra o geriatra ospedaliero dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento. I pazienti sono tenuti, se non esenti, alla compartecipazione alla spesa secondo le disposizioni in materia di ticket. I pazienti residenti fuori provincia possono accedere con idonea impegnativa redatta dal MMG. Ad eccezione della visita neurologica, per la quale i pazienti non esenti sono tenuti al pagamento del ticket sanitario, tutte le altre prestazioni (valutazione neuropsicologica e trattamenti riabilitativi) sono a carico dell’utente.